Fridamania

Sono entrata scettica, lo ammetto, pensando che fosse la solita mostra blockbuster per un pubblico pigro, attratto sempre dagli stessi nomi (Caravaggio su tutti, record d’incassi, che ha chiuso domenica con 420mila visitatori). L’ennesimo tentativo di lanciare il Mudec, il museo delle culture di via Tortona che nonostante la posizione strategica fatica a decollare, con una mostra piaciona (e già vista) su un’artista diventata un’icona pop e, dopo il successo del libro sulle bambine ribelli, anche un modello per le nuove generazioni. Invece, sala dopo sala, ho cambiato idea: “Frida Kahlo. Oltre il mito” è una mostra potente, che scuote e resta impressa per giorni.

Bravo il curatore, Diego Sileo, che ha messo insieme un percorso ricco di materiale – dipinti delle più importanti collezioni, documenti inediti e fotografie – che parla dritto al cuore. E non me ne voglia se non sono d’accordo con l’intenzione di andare oltre il mito e le vicende personali dell’artista messicana, perché quando una vita è segnata a tal punto è difficile andare oltre. E infatti ogni stanza trasuda della sua storia, ormai nota, che Frida non smette mai di raccontare. A partire dalla sua sofferenza. Quella fisica dovuta al drammatico incidente che le causò numerose fratture alla colonna vertebrale, quella sentimentale di un amore travagliato e ossessivo per Diego Rivera che sposò due volte nonostante i suoi numerosi tradimenti.

Commovente il video con la colonna sonora di Brunori Sas e la citazione che campeggia in sala: “Ho subito due gravi incidenti nella mia vita… il primo è stato quando un tram mi ha travolto e il secondo è stato Diego”. Bella la galleria di fotografie di Diego, che in tutta la mostra appare solo attraverso gli occhi di Frida e mai come artista, la carrellata di autoritratti dallo sguardo intenso diventati simbolo, gli strazianti quadri che raccontano i ricoveri ospedalieri … fino all’ultima sala che per la prima volta mostra al pubblico il bagno con gli strumenti di tortura a cui si dovette sottoporre per anni (le stampelle, il busto di ferro…). Da brivido. Sconsiglio di portare bambine impressionabili.

Il primo fine settimana è stato un successo annunciato, con code fin dal mattino. Scommetto in una primavera all’insegna della Fridamania (è in mostra fino al 3 giugno). E chissà che questo volto così lontano dai canoni estetici della società dell’immagine ci ricordi che il fascino delle persone va ben oltre l’aspetto fisico.

3 Replies to “Fridamania”

  1. Dopo aver visto tutto il visibile, in Italia e all’estero, su Frida, avevo deciso che questa mostra me la sarei tranquillamente risparmiata. Ma dopo la tua recensione come potrei astenermi?
    Ci andrò, magari in un pomeriggio piovoso durante la settimana, onde evitare le code chilometriche, come per Basquiat.

    Mi piace

    1. se vai in settimana secondo me riesci a entrare tranquillamente, sopratutto all’inizio. Io non ho visto tutto il visibile di Frida, ma questa l’ho trovata ricca e interessante. Ci sono parecchi quadri e materiale inedito, è il frutto di un lungo studio da parte del curatore e soprattutto è tutta su Frida. Se vai fammi sapere cosa ne pensi

      Mi piace

      1. Eccomi qua, reduce dalla mostra. Avevi proprio ragione, come sempre, d’ailleurs!
        È stata una bellissima sorpresa. Molto materiale inedito, soprattutto certi ritratti strepitosi, non autoritratti suoi, che più o meno ormai conosciamo tutti, ma certe tele dai colori intensissimi, quasi fauve, molto belli. E poi tutto quel materiale fotografico, e le lettere, e pure i due filmati mi sono piaciuti. La mia 20enne nipotina, che per la prima volta vedeva opere di Frieda Kahlo era entusiasta.
        Grazie!

        Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...