Nei chiostri

Sarà che da bambina ho avuto l’incredibile fortuna di abitare in una casa affacciata su un chiostro del Quattrocento, ex convento delle suore umiliate, quando ancora a Milano si poteva vivere in centro senza sposare un milionario e la gentrificazione non aveva omologato tutti i quartieri. E uno dei giochi più spaventosi che facevo allora con le amiche era immaginare i fantasmi delle monache che camminavano sotto i portici, scomparendo d’improvviso dietro pesanti porte di legno (l’intento era chiaramente quello di terrorizzarci a vicenda). Sarà che da ragazza passavo le giornate nei chiostri della Statale, migrando da quello di Filosofia, rovinato da interventi moderni ma allegro e affollato, a quello del Lavoro, disdegnato dai filosofi perché di competenza degli aspiranti avvocati ma splendido e soprattutto deserto.

Sarà dunque per la mia storia personale, ma ogni genere di chiostro ha su di me un fascino particolare. E non solo per quella sensazione di pace che mi pervade quando mi capita di entraci, risvegliando una spiritualità sprofondata sotto gli strati del razionalismo accumulato in una vita da non credente, ma perché insieme percepisco un chiaro senso di inadeguatezza di fronte a un luogo abitato nei secoli da preghiera e silenzio. E ancora sale un pizzico di inquietudine…

Eppure non riesco a resistere. Uno dei miei preferiti è il chiostro delle rane, piccola oasi ancora abitata dai frati domenicani, disegnato da Bramante in pieno Rinascimento, quando gli fu dato incarico da Ludovico il Moro di costruire la tribuna della Basilica di Santa Maria delle Grazie. A Milano non lo conosce quasi nessuno, pare incredibile ma le uniche a frequentarlo sono le persone religiose che lo attraversano per entrare in sagrestia e i pochi turisti che dopo l’estasi del Cenacolo si lasciano tentare dalle guide a girare l’angolo e infilarci il naso dentro. Non si pente nessuno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...